una nuova parola





ho imparato una nuova bellissima parola, che dedico con affetto ai/lle tanti/e che non perdono occasione di lamentarsi per ogni più piccolo problema, senza naturalmente far nulla in prima persona per contribuire a risolverlo: “cce ssiti meraculusi”.

This entry was posted on mercoledì, agosto 19th, 2015 at 17:42 and is filed under città, diario. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.