sento la mancanza della possibilità





Quando leggo/sento che i soldi non fanno la felicità mi pare di leggere/sentire una cosa ovvia, ma per motivi diversi da ovvietà come che l’accumulo di oggetti o beni di lusso non possono rendere felici. Non la fanno i soldi, certo, ma alla felicità può contribuire ciò che coi soldi ci si può permettere, a partire dal non scervellarsi tanto per garantirsi beni e servizi di prima necessità, e poi c’è il fondamentale accesso a “esperienze” bellissime [libri, viaggi, teatro, cinema, corsi, sport] e progetti di vita [casa, relazioni]. Ma ancora più “indietro”, il punto è il lavoro e gli spazi di “possibilità” di cui sento la mancanza pur non avendoli mai conosciuti. Mi manca questa prospettiva della “possibilità”, mi manca.

This entry was posted on giovedì, gennaio 14th, 2016 at 20:42 and is filed under diario. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.