il colore d’un accendino





anni fa, in uno dei primi mercatini vintage che si vedevano a Lecce, ho comprato un piccolo porta-accendino in legno. 3 euro. molto bello, lo uso per tenerci, appunto, un piccolo accendino utile per i bastoncini e i coni d’incenso. stamane in tabaccheria ho chiesto un nuovo accendino, ché quello che avevo in quel piccolo scrigno in legno non funziona più. l’omino dietro al bancone, molto educato e cortese, me n’ha subito proposto uno rosa. rosa. ci ho pensato qualche istante. “ne ha di un altro colore?”. m’ha guardato dubbioso. “celeste va bene?”.

This entry was posted on giovedì, settembre 8th, 2016 at 08:13 and is filed under città, diario. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.