a proposito della lettera a una sindaca





può capitare un ex che, poco prima di diventare ex, nel momento di passaggio nell’essere quasi-ex, abbia un rigurgito di idiozia e si palesi in tutta la sua inequivocabile pochezza. sono le volte in cui ti rode, ma come ho fatto?, ti chiedi, e con le amiche scherzi sulla necessità di negare l’evidenza. [ma sei stata con quello? io? ma no, ti sbagli, ti confondi con un'altra.]

purtroppo non c’è scampo: le persone e le relazioni le capisci pienamente solo quando sono finite. la giusta distanza.

This entry was posted on martedì, giugno 21st, 2016 at 17:08 and is filed under diario. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.