con ogni altro mezzo scompare





C’è anche un brano di “con ogni altro mezzo scompare”, uno dei dieci racconti contenuti in ‪”‎storiedamoreinventato” (20090 edizioni, Milano 2013)‬, nell’ultimo libro di Franco Ungaro “Vado a Lecce” (edizioni Kurumuny): una guida letteraria alla città con brani di oltre quaranta autori dagli anni Quaranta a oggi che hanno raccontato Lecce.

Ieri ho detto qualcosa di più al proposito, nel corso di una presentazione alla Libreria Liberrima di Lecce. Ho ammesso d’essermi sentita “beccata” quando Franco m’annunciò di volerlo inserire nel suo libro: è l’unico racconto ch’io abbia mai scritto in prima persona in cui quell’io sono proprio io. Contiene quattro micro-storie intrecciate di prostituzione a Lecce, è un racconto un po’ amaro un po’ ironico un po’ beffardo. Ma soprattutto è un racconto di un mio sguardo sulle cose e le persone, dal punto di vista di chi si muove – molto – in bicicletta.

This entry was posted on mercoledì, dicembre 16th, 2015 at 20:51 and is filed under storie d'amore inventato. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.